3 settembre 2019

Nocturna di Maya Montayne [Review Tour]

Buongiorno e buon martedì esce oggi Nocturna di Montayne ed è proprio di questo libro che oggi voglio parlarvi:

  "Primo capitolo di una nuova e originalissima serie fantasy ambientata in un regno post coloniale dal sapore latino, Nocturna è un romanzo dalle tinte scure ricco di azione e colpi di scena con due protagonisti memorabili."



NocturnaPer l’orfana Finn Voy “magia” significa due cose ben precise: un pugnale puntato al mento di chiunque si azzardi a incrociare la sua strada, e la capacità di indossare qualunque travestimento con la stessa facilità con la quale una persona comune indossa un mantello. Perché Finn, oltre a essere una ladra abilissima, è anche una mutafaccia, capace cioè di cambiare le proprie fattezze quando lo desidera. Ed è talmente abituata a farlo, per sopravvivere nel mondo violento e spietato in cui vive, da non ricordarsi quasi più quale sia il suo vero volto. Ma tutto sommato a lei va bene così. Quando però viene acciuffata da un potente criminale con il quale è indebitata, è costretta ad accettare una missione impossibile: rubare un tesoro leggendario dal palazzo reale di Castallan. Se non ci riuscirà, perderà per sempre la sua magica capacità di mutare aspetto.
Per il principe Alfehr “magia” significa la possibilità di sfuggire a una vita che non gli appartiene. Dopo la morte del fratello maggiore Dezmin, infatti, il ragazzo è diventato l’erede al trono, anche se è ciò che meno desidera al mondo. Tormentato dal dolore per la sua perdita, Alfie è disposto a tutto per riportare in vita il fratello, anche se questo significa inoltrarsi nel sentiero proibito della magia nera.
Ma la magia può essere anche qualcosa di terribile e spaventoso, come l’antico e terribile potere che Finn e Alfie liberano inavvertitamente e che diventa subito una minaccia per il mondo intero. Con il destino del regno di Castellan nelle loro mani, i due dovranno superare le loro differenze e allearsi per rimediare al loro errore.


Nel regno di Castellan nulla è più uguale da quando il principe Dezmin è scomparso nel buco nero creato dalla magia di Xiomara, una giovane donna il cui potere è creare dei buchi neri e mettervi dentro ciò che vuole, per lei il primogenito della famiglia è stata l'ultima cosa che ha intrappolato con la sua magia, subito catturata e nascosta nella torre dell'orologio, un carcere particolare, pieno di orologi il cui ticchettio risuona e riecheggia nelle celle per ricordare ai delinquenti il tempo che passa...

Di questa scomparsa non si rassegna il secondogenito, il principe Alfehr, il quale lascia il palazzo reale dopo aver degnamente salutato il suo amato fratello, morto per salvare lui dalle tenebre, e il cugino Luka al quale è legato in  modo esemplare, e gira il mondo alla scoperta di una magia così potente da ridargli Dez. E' pronto a tutto, anche ad immischiarsi nelle peggiori bettole solo per sedersi ad un tavolo da gioco e vincere i libri banditi, che trasbordano di magia nera.

E' proprio durante una partita di cambiò "Era un gioco a tempo che richiedeva in parti uguali strategia, fortuna e ovviamente magia. Nel tempo si una clessidra, i giocatori pescavano carte dal mazzo o perfino dal vicino alla loro sinistra... Poi c'erano le carte stregate. All'inizio della partita ciascun giocatore riceveva cinque carte da incantare con la sua magia. Poi le carte venivano rimesse nel mazzo, mescolate e ridistribuite tra i giocatori. [...] Una carta stregata poteva rovinare una mano, cambiando un imperatore in un giullare d'avanti ai tuoi occhi. Oppure poteva succedere il contrario, e la carta poteva venirti in aiuto." che incontrò una strana donna la cui magia aveva le sfumature del rosso, già perchè il principe Alfie aveva il potere di vedere il colore della magia altrui e trasformare la propria dello stesso colore, perchè la magia non attacca la sua stessa essenza, proprio per questo motivo non aveva paura di affrontare le carte stregate, bastava assumerne l'essenza per non venire attaccato, ma quel giorno tutto questo non bastò, una nebbia strana inondò la stanza e i preziosi libri sparirono, fu allora che comprese che la donna si era burlato di tutti e aveva rubato ciò che forse poteva restituirgli suo fratello.

Lanciatosi in un inseguimento magico scoprì che la donna la quale era riuscita a farsi beffa dei suoi poteri altri non era una giovane ragazza mutaforma, ella infatti poteva plasmare il proprio corpo ed assumere le sembianze di chiunque desiderasse, era questo che faceva per vivere, rubava identità, rubava... ma i guai per la giovane sono dietro l'angolo, qualcuno infatti la rapisce, le blocca il potere di mutaforma e la sottopone ad uno scambio poco equo, il suo potere per il mantello eclissante che si trova al palazzo reale.

Leggete voi stessi se la giovane Finn riuscirà a prendere il mantello, io per ora lancio solo un'altra "bomba": tra i libri che Alfie riuscì a prendere a Finn una raccontava una storiella che egli conosceva bene, - la nascita dell'uomo e della magia - i cui protagonisti erano Luz e Sombra, l'uno che riempì i cuori degli uomini di luce e l'altro che creò il buio e si legò all'oscurità, diventando una cosa sola con la stessa, ma forse questa non è solo una storia per bambini, forse Sombra esiste davvero e non serve tanto a risvegliarla, basta voler ridare la vita a chi non si vuole perdere. 

"Aspettavamo chi sarebbe venuto da noi, a liberarci. Sei tu, figlio mio. Liberaci. Poi salveremo il tuo amico. [...]In una gloriosa esplosione di energia, il groviglio di magia sbocciò nella stanza [...] Volteggiò nell'aria, allungando le membra di fumo nero qua e là..."

Un libro che travolge il lettore, che lo trasporta in un'altra dimensione, in un altro regno, che lo fa sussultare quando qualcuno rischia la vita, un libro che parla di valori, quali la famiglia, l'amicizia, la fiducia, di sofferenze e di libertà, ricevuta, rubata, agognata, conquistata.

Alfie e Finn i due protagonisti principali attorno ai quali la Montayne tesse una ragnatela di protagonisti secondari che completano la vicenda, l'arricchiscono rendendo il libro misterioso e magico, e non vi nego che la figura di Finn mi ha ricordato un sacco Arya, protagonista de "Il Trono di spade"la quale riceve l'addestramento per diventare un Uomo senza volto fino a diventare Nessuno.

Ringrazio la CE per la copia digitale e non dimenticate di passare dagli altri blog per scoprire qualcosa in più, già perchè legato a questo splendido libro oltre al review tour che coinvolge numerosi blogs c'è anche un blog tour, cosa aspettate, seguite le tappe e ricordate... Magia para todos.







   

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...